Terra – pianeta colorato verde blu

Blu, verde, Pianeta colorato. Definiscono la Terra in un modo o nell'altro, l'unico a noi veramente noto tra i pianeti, autori di quasi tutti i romanzi di fantascienza. Blu, perché questo è il colore del cielo visto dalla superficie della Terra e la stessa superficie delle acque che riflette le nuvole che scorrono nel cielo azzurro. Il verde è sinonimo del Pianeta della Vita, un pianeta coperto di foreste ed erbe, qua e là solo cactus o muschi bassi e licheni. Impianti, che consumano anidride carbonica, e producono ossigeno puro necessario alla vita di noi persone e dei nostri parenti stretti e lontani: scimmie, cane e gatto, ma anche mosche e ragni, pesce e lumache, e persino batteri invisibili, Senza la quale anche la nostra vita non sarebbe possibile.

Colorato, perché ogni pianta verde ha un diverso colore di verde, quasi tutti sono ricoperti di fiori luccicanti di mille colori e sfumature. Ogni serbatoio d'acqua brilla con una diversa tonalità di blu, a volte ci vuole un colore zaffiro, a volte verdastro, smeraldo o anche giallo. L'acqua nel ruscello di montagna ha un colore diverso, un altro in un fiume che scorre veloce, e un altro ancora nei laghi o negli oceani. Quasi tutto è colorato, cosa ci circonda. I nostri vestiti, mobilia, impianti, uccelli, farfalle, e anche pesce, e tra loro anche quelli che vivono nelle tenebre eterne degli abissi oceanici. Contrariamente a tutte le apparenze, nell'oscurità” ci sono centinaia di varietà di pesce che brillano da sole, luci colorate. Nella sola famiglia dei pesci lucciola, possiamo distinguere ca 150 specie, ognuno dei quali ha il suo, una disposizione caratteristica di organi luminosi colorati. Senza dubbio il re the, l'aristocratico del mondo sottomarino è Bathysidus pentagrammus.

Secondo la seconda parte del suo nome, lungo i suoi lati ci sono cinque strisce chiare favolosamente belle. Ognuna di queste strisce è costituita da una serie di punti più grandi che brillano di luce gialla pallida, e ciascuno di loro è circondato da alcuni più piccoli che bruciano vivido viola.

Anche le rocce e il terreno sono colorati, il nostro pianeta è fatto di. Ogni, chi è mai stato in montagna, in riva al fiume o sulla spiaggia del Baltico, più di una volta lo raccolse da terra e guardò con interesse il sasso scintillante. Un semplice pezzo di granito o porfido, a volte un agglomerato multicolore. Ci, chi è stato più fortunato, trovarono malachite venata di verde, a volte agata con motivi multicolori. Altri ancora sono bellissimi cristalli di quarzo – incolore, trasparente come il miglior vetro o colorato di viola, giallo, rosa, e a volte lattiginoso o nero profondo. Quarzo, berillo, zaffiri, rubino, smeraldi. Colorato, a volte colorato, scintillante con molte sfumature di diversi colori, gli opali più colorati tra pietre preziose e pietre ornamentali, per, come li chiamavano i poeti, fiori della terra. Belli e colorati come i fiori vivi, e allo stesso tempo molto più durevole dei vivi. Immutato nella sua forma e colore per migliaia di anni. Quei fiori di pietra, proprio come vivere, brillano di migliaia di colori e sfumature. Colori così caratteristici, che le parole che descrivono la sfumatura di colore derivano dai nomi delle pietre preziose. Il colore zaffiro del cielo deriva dallo zaffiro. Lo stesso cielo può essere azzurro come il lapislazzuli. Il verde di un prato può essere verde smeraldo, e anche il Lago di Smeraldo vicino a Stettino. Parliamo di rosso rubino, verde malachite, ambra, giallo dorato o blu turchese con un tocco di verde.