Di cosa sono fatte le rocce

Di cosa sono fatte le rocce?

Una volta che abbiamo conosciuto la macrobudica, macrostruttura rocciosa, volevamo una conoscenza ancora più profonda. Abbiamo iniziato a cercare una risposta alla domanda, di cosa sono fatte le rocce. Abbiamo scoperto elementi e composti chimici, e, cosa più importante, abbiamo iniziato a usarli per scopi pratici. All'inizio timidamente – sale come aggiunta ai piatti, rame, oro e argento per fabbricare utensili e ornamenti. Poi ferro per fabbricare strumenti e armi, sabbia di quarzo, carbonato di calcio e carbonato di sodio per la fabbricazione del vetro. Più tardi abbiamo imparato a sintetizzare i composti di cui avevamo bisogno nei laboratori di alchimisti e fabbriche. Avevamo sempre più bisogno di elementi puri. Non solo quelli generalmente disponibili, come il rame o il ferro. Si verifica anche raramente, in tracce, come franco, la cui quantità è così piccola, che in media nella crosta terrestre 1 un grammo di franco è contenuto in 11952 e altri quindici zeri dopo quel numero di tonnellate di terra. Quindi quasi 12 milioni di milioni di tonnellate di terra contengono solo 1 grammo franco.

Come trovare uno spillo così piccolo in un pagliaio così grande? A questa domanda risponde un'altra delle scienze della terra – geochemia. Una delle aree più giovani delle nostre conoscenze. Scienza, che si occupa della presenza e della circolazione degli elementi nella crosta terrestre, e quindi la formazione di minerali e pietre preziose, e in luoghi, in cui si possono formare questi minerali. È grazie a lei che lo sappiamo, qual è la composizione chimica del nostro pianeta. Conosciamo le leggi che determinano la distribuzione degli elementi nei diversi ambienti terrestri. Condizioni, che può portare a una concentrazione particolarmente elevata anche degli elementi più rari, che ci rende più facile trovarli ed estrarli. È grazie a lei che lo sappiamo, in quali condizioni vengono create anche le gemme più rare. Quindi possiamo, prendendo uno schema dalla natura, creare lo stesso, e talvolta gemme ancora più belle nei laboratori e nelle fabbriche.

Fatta eccezione per i componenti principali dell'aria – azoto e ossigeno, acqua di mare e acque minerali, da cui estraiamo alcuni elementi, tutte le materie prime importanti sono rocce e minerali. Un minerale è un elemento o un composto chimico, che è stato creato come risultato di processi naturali naturali, senza partecipazione umana. I minerali elementari includono lo zolfo, grafite e diamante e oro, argento, rame e platino. Tutti questi elementi possono essere trovati nel loro stato nativo, chimicamente libero. A volte possono essere contaminati da altri elementi – per esempio.. le pepite d'oro possono essere ricoperte di silice o mescolate con argento sotto forma di una lega. Ma questi additivi non formano composti chimici con il minerale di base e possono essere rimossi con mezzi meccanici scheggiando o fondendo e separando i componenti.. In casi eccezionali, si trovano anche altri elementi nella loro forma nativa. A volte piace anche il ferro, che in condizioni normali tende ad associarsi con l'ossigeno o a formare altri composti, per esempio.. solfuri. Più spesso, però, questi elementi sono sotto forma di minerali – composti chimici.