PROPRIETÀ OTTICHE DELLE PIETRE

PROPRIETÀ OTTICHE DELLE PIETRE

Le proprietà ottiche sono le proprietà caratteristiche dei minerali, grazie al quale è possibile riconoscere minerali anche microscopici senza danneggiarli. Ciò è particolarmente vero per le pietre trasparenti, cioè. trasmissione della luce. La conoscenza dei principi dell'ottica cristallina è quindi di grande importanza per l'identificazione delle pietre preziose, perché permette di identificare i loro colori senza danneggiarli.

Secondo la teoria elettromagnetica della luce J.. C. Maxwella (1831—1879) consiste nella propagazione di onde elettromagnetiche con una lunghezza di 380-780 mm. Il colore della luce dipende dalla lunghezza d'onda. La velocità di propagazione della luce nel vuoto è di ca. 300 000 km / s (vicino 299 790 km / s). La velocità della luce nell'aria è leggermente più lenta; mentre la velocità di propagazione della luce in altri corpi trasparenti, per esempio.. in acqua, vetro o cristallo, è sempre inferiore alla velocità della sua propagazione nell'aria. Il corpo, in cui la luce si propaga a velocità diverse sono definiti come corpi di diversa densità ottica - otticamente più densi e otticamente più sottili.

Il rapporto tra la velocità della luce nell'aria vp e la velocità della luce nell'ambiente considerato v è chiamato indice di rifrazione n di questo ambiente:

n = vp / v

In corpi amorfi, per esempio.. in opale, e nei cristalli del sistema regolare, per esempio.. in salgemma, o fluorite, la luce viaggia alla stessa velocità in tutte le direzioni. Questi corpi sono chiamati corpi otticamente equidirezionali, cioè isotropico. In altri cristalli, tuttavia, la velocità di propagazione della luce dipende dalla direzione: sono corpi otticamente multidirezionali, cioè anisotropo.