Le proprietà fisiche di un diamante

Le proprietà fisiche di un diamante.

Scollatura. Il diamante ha una fenditura pronunciata parallela alle facce dell'ottaedro. Questo è usato per il taglio (scissione) e molatura. Quando la lama applicata al diamante viene leggermente picchiata nella direzione del piano di clivaggio, il diamante viene diviso in due parti. Questo metodo è stato utilizzato in passato, quando le seghe diamantate non erano ancora conosciute.

Una pressione meccanica troppo forte può creare un graffio verso il piano di scollatura, o addirittura causare la rottura della pietra. Se si forma anche una minuscola fessura, è dovuto alla penetrazione di un sottile strato d'aria all'interno della pietra, possono manifestarsi fenomeni di riflessione della luce che rivelano il valore del diamante. La presenza di tali fichi, causati da impatti durante il trasporto fluviale, Si trova più di una volta nei diamanti estratti dalla ghiaia e dalla sabbia. Questi graffi si formano spesso in prossimità di inclusioni di minerali estranei nel diamante.

Durezza. Il diamante è il minerale più duro. Questa proprietà influisce, tra l'altro,. per il suo prezzo elevato. Nella scala di durezza di Mohs, il diamante è al primo posto - 10. È in giro 150 volte più duro del corindone, e ca. 1000 volte dal quarzo. Questa particolare durezza fa, il fatto che un diamante sia stato indossato per molti anni non cambia molto; i suoi bordi e angoli rimangono affilati, non viene neppure diminuita la forte brillantezza ottenuta dalla lucidatura.

La durezza del diamante sui piani del cubo e del dodecaedro è inferiore a quella delle facce dell'ottaedro; anche le pialle e gli spigoli naturali sono più duri di quelli creati artificialmente mediante molatura. Tagliatori di diamanti esperti hanno riscontrato alcune differenze nella durezza dei diamanti, a seconda della loro origine. Diamanti brasiliani, secondo loro, così come australiano e Borneo, sono più duri del sudafricano; i diamanti provenienti da vari depositi africani differiscono anche per la durezza.

L'eccezionale durezza di un diamante è di grande importanza per il suo utilizzo industriale. Viene anche utilizzato negli strumenti per testare la durezza. L'unico materiale, la polvere di diamante viene utilizzata per macinare i diamanti. Tuttavia, a causa delle suddette differenze di durezza, è facile danneggiare le superfici levigate dei diamanti da briciole più dure nella polvere di diamante. Per questo motivo, le smerigliatrici prestano particolare attenzione durante la molatura in una direzione specifica, soprattutto durante la lavorazione di grandi dimensioni, pietre preziose.

Nonostante la sua durezza, il diamante è un minerale fragile, non resistente a fattori meccanici. Può essere facilmente polverizzato in un mortaio d'acciaio. Dai tempi di Plinio, che ha informato nella sua opera Historia naturalis, che un diamante non può essere frantumato nemmeno con un martello, si credeva nella sua resistenza all'azione meccanica; ha provocato la distruzione di più di una pietra preziosa. Ad esempio, in 1476 r. dopo la battaglia di Morat, diamanti frantumati sono stati trovati nella tenda di Karol the Bold, messo alla prova per essere schiacciato per dimostrare la loro veridicità.

Densità. Il diamante ha una densità di 3,47-3,55, medio 3,52 g / cm3. Il suo valore dipende dalla quantità di infissi che contiene, formando contemporaneamente con diamanti o cristalli più vecchi. Questi sono infusi di grafite, magnetytu, rutilo, manifestato, pirite e altri minerali, spesso visibile solo ad alto ingrandimento. Cristalli di diamante molto piccoli sotto forma di ottaedri incolori e trasparenti non sono infusi di rado. : Cubi o minuscoli cristalli di zircone sotto forma di barre allungate, terminando con le pareti delle piramidi. Le infusioni sono state trovate più di una volta durante l'esame microscopico dei diamanti.

Oltre alle inclusioni formate durante la crescita del cristallo di diamante (infissi singenetici), in molti diamanti ci sono inclusioni, che è penetrato nei cristalli già formati attraverso piccole crepe e crepe (wrostki epigenetyczne). I minerali che compongono tali inclusioni sono principalmente quarzo e ossidi di ferro. Ingrims con un diverso coefficiente di espansione termica, per esempio.. Le infusioni di zirconio o quarzo sono sfavorevoli, poiché possono causare la rottura della pietra durante la molatura. I gioiellieri chiamano gli infissi neri "carboni".

Densità di diamante relativamente alta (3,52) non ha alcun significato significativo quando viene utilizzato per scopi decorativi o tecnico-industriali. Tuttavia, svolge un ruolo significativo nel trovarlo ed estrarlo. Se, ad esempio,. la densità del diamante era simile a quella del quarzo (2,65), non sarebbe facile estrarre un diamante da un deposito secondario di briciole. A causa della loro alta densità, i diamanti affondano sul fondo dei fiumi e si accumulano in punti specifici nei sedimenti fluviali. Di conseguenza, è anche possibile ottenere un maggiore accumulo di diamanti quando si frantumano rocce con forti getti d'acqua.