Rocce e minerali

La crosta terrestre è costituita da ammassi rocciosi. Le montagne più alte della Polonia: gli Alti Tatra e i Monti Karkonosze nei Sudeti fatti di granito, I Tatra orientali e la fascia calcarea tra Cracovia e Częstochowa, le parti più alte di Lysogória sono fatte di quarziti, coni vulcanici, rari in Polonia, come "Czartowska Skała" in Bassa Slesia, di basalto, e le vaste pianure della Mazovia principalmente di argilla, sabbia e ghiaia. Queste sono rocce che usiamo per tutti i tipi di scopi. Nelle città si cammina su ciottoli o lastre di granito, porfido o basalto. Erano costruiti in pietra calcarea facilmente spaccabile, e in molti paesi si costruiscono ancora oggi case e fabbricati rurali. Arenarie e marmi multicolori sono utilizzati come rivestimento di pareti in edifici e palazzi. Argille plastiche per fare mattoni, e sabbia e ghiaia sciolte per la realizzazione di roccia-cemento artificiale. Alcune rocce, argille commestibili fino a poco tempo fa salvavano gli indiani boliviani dalla fame in tempi di calamità e mancanza di selvaggina.

L'uomo si è interessato alle rocce fin dai tempi più remoti. La storia lo dimostra, anche il più antico "scritto"” scavi archeologici. Nel periodo in cui il ferro non era conosciuto, bronzo o anche ordinario, rame morbido, le persone avevano anche bisogno di strumenti. punte di lancia, con cui era necessario "cacciare cibo"”, coltelli per trasformare la pelle in abbigliamento, accette e armi per proteggersi dai predatori, e più tardi attrezzi agricoli e strumenti per la fabbricazione di utensili.

Sono stati provati vari materiali. Affilato sfregando contro l'arenaria un bastone spezzato da un albero, ossa di animali, e anche pietre sempre più piccole, come vengono spesso chiamate le rocce nel linguaggio colloquiale. È stato subito notato, che le pietre sono diverse: morbido e duro.

I nostri antenati usavano la selce – minerale duro, ma fragile allo stesso tempo, facilmente scheggiato in pezzi più piccoli con bordi taglienti come un coltello o una sega. La selce è stata creata dai resti di organismi viventi, come per esempio. spugne, che includeva composti di silicio. Ecco perché si presenta sotto forma di grumi più piccoli o più grandi, chiamati panini, nelle rocce sedimentarie calcaree. Inizialmente, questi pezzi sono stati raccolti, che si è verificato dalla superficie delle rocce. Dopo, quando questi cominciarono a mancare, è iniziata una ricerca più dettagliata.

Si è subito convinto, che in posti, dove ci sono singole pietre sulla superficie, vale la pena approfondire. Si è anche scoperto, che le selci estratte da strati più profondi di calcare sono migliori. Non alterato dall'azione del sole, acqua e aria, più praticabile, potrebbero essere usati come strumenti più a lungo. Così nacque l'estrazione mineraria e la geologia – Scienze della Terra (greco geo = terra e logos = parola, scienza), su rocce e minerali, le mine cominciarono ad emergere. Ma sono passati molti anni dal primo utilizzo di strumenti di pietra per costruire le prime miniere. I più antichi strumenti di selce in Polonia prodotti nel laboratorio di lavorazione della selce a Strzegowa vicino a Olkusz sono circa 50 mille anni. Solo le prime vere miniere o quanto 7000 anni. Tali miniere sono state scoperte in Polonia nel corso 20. Tra questi, la miniera più grande e meglio conservata d'Europa a Krzemionki Opatowskie. Su una vasta area di lunghezza 4 km e larghezza da 40 fare 1 20 i nostri antenati hanno scavato 700 pozzi profondi 5-6 metri, e da ognuno di loro tanti, corridoi minerari orizzontali con una lunghezza da alcuni a diversi metri. In questa miniera è stata estratta la caratteristica selce, modelli facili da riconoscere. La selce scavata è stata divisa in cunei piatti, furono ammaccati fino a dare la forma di un'ascia, e poi carteggiato su lastre di arenaria. A giudicare dai numerosi ritrovamenti, una parte significativa di questi assi è stata esportata fino all'Elba a ovest, a Rügen nel nord, e in Moravia nel sud.