Zircone smeraldo rubino

Noi ricordiamo, che tutte le pietre trasparenti di colore rosso un tempo si chiamavano rubini. Non si sapeva, che a parte i rubini, il rosso può essere anche granate molto più economiche – pirop o almandino, rosso come un rubino spinello, varietà rossa di tormalina e molti altri minerali. I rubini più belli a volte erano più costosi dei diamanti di uguale misura. Nel frattempo, si è scoperto solo di recente, che ad es.. il famoso "Rubino del Principe Nero" non è ossido di alluminio, come un rubino, ma con doppia allumina e magnesio - molto più economico, sebbene anche un nobile spinello.

La prima menzione di questa pietra è data, che apparteneva al re di Granada, da dove passò nelle mani del castigliano Pietro il Crudele. Nella registrazione effettuata durante l'inventario effettuato in 1858 l'anno è scritto su questa pietra: Il rubino di Edward, Pricipe del Galles, chiamato il Principe Nero, figlio di Edoardo III, podarowany (Il Principe Nero) di don Pedro (Piotr il Crudele), Re di Castiglia, per aver contribuito alla vittoria a Najera (Spagna settentrionale) nell'anno 1415. Nell'usanza orientale è perforato, ma la parte anteriore del foro era tappata con un piccolo rubino”. Questo spinello fu anche incastonato nella prima corona di Carlo II come un rubino, e più tardi nella corona britannica, che viene utilizzata ancora oggi durante le principali cerimonie – Corona dello Stato Imperiale.

Tradizionalmente considerato uno smeraldo, pietra, attraverso cui Nerone guardava bruciare Roma Rome, è stato conservato fino ad oggi ed è nelle collezioni del Vaticano. Diversi anni fa è stato messo a disposizione di un mineralogista francese, che, sulla base di approfondite ricerche mineralogiche, ha concluso, che non è uno smeraldo, ma – oliwin. Silicato di magnesio e ferro - uno dei minerali più comuni che formano le rocce, anche se dai colori eccezionalmente belli.

C'erano molti altri errori simili derivanti dall'ignoranza. Dopo, quando si ha già imparato a distinguere le pietre preziose, cominciarono a sbagliare consapevolmente. Ci, chi ne sapeva di più, hanno tradito questi, chi ne sapeva di meno, vendendoli veri gioielli, ma "fingendo” altre pietre. Potremmo chiamare queste pietre quasi reali.

Lo zircone è una pietra preziosa, che è un silicato di zirconio, elemento con il simbolo chimico Zr. A seconda della contaminazione da ferro, Chiedi, il niobio o altri metalli sono di colore marrone, giallo, rosso o blu. Chiaro, incolore senza impurità, i più apprezzati, ha una lucentezza di diamante ed è spesso lucidato a un taglio brillante. Per attirare gli acquirenti, viene spesso chiamato diamante di Ceylon, e venduto come diamante dai disonesti. Fortunatamente, un vero diamante è molto più duro dello zirconio. Lo zirconio può quindi essere identificato da un graffio con uno ordinario, carta vetrata al corindone.