Polarizzatori; microscopio polarizzatore

Polarizzatori; microscopio polarizzatore

Leggero, che può essere ottenuto per riflessione dal liscio, superfici piane, e facendo passare luce non polarizzata attraverso il cristallo otticamente anisotropo, è solo parzialmente polarizzato. I prismi polarizzanti sono comunemente usati per ottenere luce completamente polarizzata, costruito con cristalli di calcite trasparenti. Nei prismi di questi, chiamato Nicola prismi o nickels in breve, uno dei raggi polarizzati viene rimosso. Microscopio, con nichel incorporati è chiamato microscopio polarizzatore, chiamato anche microscopio petrografico o mineralogico, perché a volte è usato per studiare rocce e minerali.

Microscopio polarizzatore, proprio come un normale microscopio, ha tre sistemi di lenti, cioè. lente posta nella parte inferiore del tubo, un oculare con una croce di fili perpendicolari e un illuminatore sotto il tavolo del microscopio inserito dall'alto. Le lenti e gli occhiali sono intercambiabili e la loro selezione appropriata determina il grado di ingrandimento dell'oggetto visualizzato. L'illuminatore viene utilizzato per focalizzare i raggi di luce sull'oggetto osservato.

Microscopio polarizzatore: a - vista generale, b - schema di costruzione.

Il microscopio polarizzatore si differenzia dal solito, innanzi tutto, montando due nickel. Sotto il tavolino rotante del microscopio, dotato di una scala per misurare gli angoli, c'è un nikol inferiore - un polarizzatore. Tra la lente e l'oculare c'è un analizzatore di nichel superiore. La posizione di Nikola l'una rispetto all'altra è così scelta, che le leggere vibrazioni trasmesse dal nickol inferiore siano fermate dal nickol superiore (mai incrociato). L'analizzatore è retrattile; parte dell'osservazione microscopica di rocce e minerali viene effettuata senza l'analizzatore, usando solo il polarizzatore.

Con uno specchio piatto concavo, posto sotto il polarizzatore e l'illuminatore, un fascio di luce naturale o artificiale viene inserito nel microscopio, a - dopo aver attraversato il fondo nikol, campione del microscopio posto al centro del palco, lente e oculare - ha raggiunto l'occhio dell'osservatore. Utilizzando due viti, uno dei quali consente un maggiore spostamento del tubo, e l'altro (micrometrico) per la regolazione fine, il campo visivo è nitido, immagine ingrandita del campione osservato. Queste preparazioni preliminari vengono eseguite senza l'analizzatore.

La lente del microscopio dovrebbe essere così centrata, in modo che il punto del campione osservato al centro del campo visivo, cioè. all'intersezione dei fili trasversali dell'oculare, non si è spostato durante la rotazione del tavolino del microscopio. Quando il nichel superiore scivola nel tubo del microscopio, si può osservare un'oscuramento completo del campo visivo, purché le sezioni principali di entrambi i nickel siano esattamente perpendicolari. Se non si verifica un blackout completo, dovresti girare il fondo nikol un po 'in questo modo, che la traversata di nikola sia completa. Il piano delle vibrazioni della luce in entrambi i nickel deve corrispondere alle direzioni delle filettature dell'oculare.

Abbassare la luce, noto anche come dissolvenza o scomparsa, si verifica quindi tra i nikol incrociati, quando la luce passa direttamente attraverso l'aria dal polarizzatore all'analizzatore, o se c'è un corpo amorfo trasparente nel percorso della luce polarizzata prodotta in nichel inferiore, per esempio.. vetro o minerale trasparente appartenente al sistema normale, per esempio.. diamante o fluorite. Questi corpi, così come il vetro dell'illuminatore e dell'obiettivo, si comportano indifferentemente alla luce polarizzata.

I cristalli otticamente isotropi posti tra i nickel incrociati scuriscono il campo visivo e non cambiano durante la rotazione del microscopio. D'altra parte, i cristalli otticamente anisotropi si comportano in modo molto diverso. Durante la rotazione di 360 ° del tavolino del microscopio, con un cristallo otticamente anisotropo tra i nichel incrociati, la luce viene attenuata quattro volte. Questo accadrà in tali posizioni, in cui le vibrazioni della luce nella lastra di cristallo seguiranno la direzione delle vibrazioni in nickol e parallele alle direzioni dei fili del ragno dell'oculare. Le vibrazioni luminose trasmesse attraverso la lastra di cristallo verranno quindi fermate dall'analizzatore (nikol superiore), trasmettere solo vibrazioni in un piano perpendicolare al piano delle vibrazioni luminose nel polarizzatore. In questa posizione, la luce si attenuerà, analogamente a quella che si verifica nei corpi otticamente isotropi.

Abbassare la luce, che avviene in cristalli otticamente anisotropi tra nichel incrociati, può essere semplice, direzioni cristallografiche oblique o simmetriche a rettilinee, come i bordi, tracce di clivaggio o piani di aderenze gemelle.

La semplice attenuazione della luce avviene con la disposizione delle direzioni delle vibrazioni in nichel secondo la direzione cristallografica. La croce dei fili del ragno è parallela alla direzione cristallografica. Questo tipo di blanking leggero si verifica nei cristalli di un sistema tetragonale, esagonale e trigonale e romboidale sulle pareti delle colonne, e anche su alcune facce dei cristalli di un sistema monoclino.

L'oscuramento obliquo della luce differisce da quello semplice in quanto, che le direzioni delle vibrazioni nel cristallo formano un angolo con le direzioni cristallografiche. Angolo di attenuazione della luce, caratteristica per una data faccia del cristallo testato, permette l'identificazione di molti minerali. L'oscuramento obliquo della luce si verifica su tutte le facce cristalline di un sistema triclino e sulla maggior parte delle facce cristalline di un sistema monoclino.

L'oscuramento simmetrico della luce riguarda questo, che le direzioni delle vibrazioni nel cristallo seguano la direzione della bisettrice dell'angolo tra le linee rette che delimitano il cristallo. Questo tipo di oscuramento avviene sulle pareti delle piramidi esagonali, tetragonale e trigonale. Possono essere considerati come un caso speciale di semplice oscuramento (rispetto al piano di simmetria del minerale).

L'oscuramento ondulato della luce è diverso dal solito (semplice), obliquo o simmetrico, che non si verifica simultaneamente in tutto il minerale. Quando alcune parti del minerale sono già scure, altri sono chiari o grigi. Questo fenomeno è comune nel quarzo, soprattutto come componente delle rocce metamorfiche, soggetti a forti pressioni direzionali.

I cristalli gemelli sono facilmente riconoscibili tra i nickel incrociati. Perché un cristallo apparentemente singolo alla luce ordinaria risulta essere composto da parti, che mostrano l'oscuramento in diverse posizioni. In questo modo è possibile trovare entrambi i gemelli singoli, e multipli.