Minerali – elementi

Minerali chiamiamo elementi che si verificano in natura e i loro composti formati senza la partecipazione umana. Tutti i minerali sono caratterizzati da un certo, generalmente costante entro certi limiti, composizione chimica e proprietà fisiche specifiche. I primi tentativi di classificare i minerali, quando il numero di elementi conosciuti era piccolo e quando non si sapeva quasi nulla sulla composizione chimica dei minerali, si basavano esclusivamente sul loro aspetto esteriore, soprattutto sul colore. Ciò riguardava principalmente la classificazione delle pietre preziose in vari trattati medievali e successivi. Sono stati compiuti alcuni progressi con i tentativi di classificazione basati su altre proprietà oltre al colore, come la durezza, forma di cristalli, scollatura (o la mancanza di) eccetera. Tuttavia solo una conoscenza più approfondita di un maggior numero di elementi e delle proprietà chimiche dei minerali ha permesso di creare una classificazione basata su basi chimiche. Lo dobbiamo all'eccezionale chimico svedese J.. Berzeliusowi, in cui 1819 r. ha pubblicato il Nuovo Sistema di Mineralogia. Negli ultimi decenni la classificazione dei minerali ha tenuto conto anche della loro struttura interna.

Simboli e nomi di elementi chimici

Le classi base di minerali si compongono:

1. Elementi allo stato libero, cioè elementi nativi.

2. Solfuri (semplice e complesso) e analoghi composti metallici con selenio, Un più felice, arsenem i bismuto, cioè. selenki, tellurki. arsenki i bismuthi.

3. Alogenuri (haloidy), essendo combinazioni di metalli con cloro, bromema, jodem i fluorem, cioè. cloruri, bromki, ioduri e fluoruri.

4. Ossidi e idrossidi.

5. Sali degli acidi dell'ossigeno:

un) nitrati, carbonati, borany,

b) zolfo, cromiania, molibdati, wolframiany,

c) fosfati, arseniati, wanadany,

d) silicati e alluminosilicati (è la classe di minerali più abbondante, che è stato diviso in 7 gruppi in base alla loro struttura interna),

e) altri sali degli acidi dell'ossigeno.

6. Composti organici e affini.

Gemme, essendo minerali con una composizione chimica molto diversa, non formano un gruppo mineralogico separato. Nella sistematica dei minerali basata su proprietà chimiche, appartengono a classi diverse. Ad esempio, il diamante è un elemento nativo, rubino, zaffiro, spinele, quarzo - per ossidi, malachite e azzurrite - ai carbonati, turchese - per i fosfati, Smeraldo, akwamaryn, topazio, zircon et al. - alla classe dei silicati. Inoltre, le proprietà fisiche delle pietre preziose non differiscono in modo significativo da quelle di altri minerali. Le pietre preziose si formano in natura insieme ad altri minerali; tuttavia, raramente formano aggregati più grandi di natura di deposito. Per questo motivo, il problema della formazione delle pietre preziose è strettamente correlato alla formazione di altri minerali.